IL TAPPETO ORIENTALE

di Stefano De Feo
giovedì 25 maggio 2017

Per “tappeto orientale “, in senso stretto, si intendono quelle creazioni,

originarie di diverse regioni asiatiche, con precise caratteristiche di tessitura manuale annodata.

 

Il fascino di ogni tappeto orientale deriva dalla bellezza del disegno, dall’armonia dei colori, dal pregio delle lane e delle sete e, principalmente, dal patrimonio di lavoro umano e dall’uso religioso che in molti casi ne fanno i musulmani. Tutti questi elementi fanno di ogni esemplare uscito dalle esperte mani di donne e maestri annodatori, un opera d’arte inimitabile.

Le ragazze turcomanne per consuetudine dovevano preparare due tappeti per costituire pura dote, quelli che producevano prima del matrimonio servivano a seconda dell’abilita’ acquisita in tale arte, al padre per poter ottenere un alto prezzo nel cedere la figlia in sposa, questi erano esemplari destinati ai piu’ famosi mercati di KANDAHAR, MESHED E BOKHARA.